Ricerca

Cyrano

una contaminazione della vicenda di Cyrano fra il teatro e la musica

Dal 26 aprile 2023 al 30 aprile 2023
Teatro Ebe Stignani Imola IT
Data Ora
26/04/2023 Dalle 21
27/04/2023 Dalle 21
28/04/2023 Dalle 21
29/04/2023 Dalle 15.30
Dalle 21
30/04/2023 Dalle 15.30
Produzione: MARCHE TEATRO | Teatro di Napoli – Teatro Nazionale | Teatro Nazionale di Genova | ERT / Teatro Nazionale
Autore: Edmond Rostand
Regista: Arturo Cirillo
Musiche: Federico Odling
Scene: Dario Gessati
Luci: Paolo Manti
Costumi: Gianluca Falaschi
Attori: Arturo Cirillo, Rosario Giglio, Francesco Petruzzelli, Valentina Picello, Giulia Trippetta, Giacomo Vigentini

durata 1 ora e 45 minuti

La storia

Cyrano de Bergerac è uno scontroso, ma abilissimo spadaccino dal lunghissimo naso, scrittore e poeta in bolletta dall'irresistibile vitalità. Leggendaria la sua passione per la poesia e per i giochi di parole, con i quali ama mettere in ridicolo i suoi numerosi nemici, grazie al suo carattere poco incline al compromesso e al suo disprezzo verso potenti e prepotenti. Cyrano nutre segretamente un candido ed impossibile amore per la bella Rossana, sua cugina. Ma la sorte gli riserva qualche amara sorpresa: a teatro, una sera, dopo aver umiliato un attore ed aver sconfitto in duello un gentiluomo, riceve un invito ad un incontro segreto proprio dalla sua amata e si convince che lei voglia confessargli il suo amore. Recandosi sul posto scopre che Rossana è innamorata di un altro giovane, il bel Cristiano…       

Lo spettacolo

Andare con il ricordo ad un musical da me visto da ragazzino a Napoli, nell’ancora esistente Teatro Politeama, è stato il primo moto di questo spettacolo. Il musical in questione era il “Cyrano” tratto dalla celeberrima commedia di Rostand, a sua volta ispirata ad un personaggio storicamente vissuto, coetaneo del mio amato Molière. Riandare con la memoria a quella esperienza di giovane spettatore è per me risentire, forte come allora, l’attrazione per il teatro, la commozione per una storia d’amore impossibile e quindi fallimentare, ma non per questo meno presente, grazie proprio alla finzione della scena. Arturo Cirillo

Perché vederlo?

Lo spettacolo propone una contaminazione della vicenda di Cyrano di Bergerac, accentuandone più il lato poetico e visionario, e meno quello di uomo di spada ed eroe della retorica, con delle rielaborazioni di musiche da Èdith Piaf a Fiorenzo Carpi. Un teatro canzone, o un modo per raccontare comunque la famosa e triste vicenda d’amore tra Cyrano, Rossana e Cristiano attraverso non solo le parole ma anche le note, che fanno smuovere i cuori, grazie al dramma musicale di un uomo che si considerava brutto e non degno d’essere amato.

Info Biglietti

Info Abbonamenti

Vedi anche

Vai al sito